1. Fatima Portogallo

    fatimaTV
  2. Progetti Per Roma

    fatimaTV
  3. fatimaTV

    fatimaTV
  4. Padre Gruner risponde

  5. Social Network

EWTN: un premio al coraggio!

di Christopher A. Ferrara
19 aprile 2016

Sono sempre stato molto critico nei confronti della linea editoriale del network televisivo EWTN, specialmente dopo che la grande Madre Angelica, recentemente scomparsa, aveva dato le dimissioni dal consiglio direttivo per cercare di arginare il tentativo di scalata da parte del suo vescovo, a lei ostile. Se è per questo ho scritto un libro intero sull’argomento.

Non mi si può inoltre negare di aver elogiato alcuni buoni programmi della EWTN, in passato. Insomma, non ho alcun risentimento personale nei confronti di quel network e ho sempre cercato di valutare con oggettività i suoi contributi per la Chiesa, sia in positivo come in negativo. Adesso, dopo la pubblicazione dell’Esortazione Apostolica Amoris Laetitia che sta scuotendo la Chiesa fin dalle sue fondamenta, l’EWTN sta dimostrando di avere un grande coraggio nel seguire le orme della sua fondatrice, Madre Angelica.

Mi sto riferendo, in particolare, ad un recente episodio della trasmissione The World Over, nella quale Padre Gerald Murray, Robert Royal e Raymond Arroyo – ospiti della trasmissione – non hanno risparmiato critiche, anche molto severe. al nuovo e cataclismatico documento pontificio. Se una parola del genere, cataclismatico, può sembrarvi troppo forte considerate per un attimo ciò che è stato detto in mezz'ora dai 3 ospiti di quella trasmissione. Vi elencherò infatti le frasi usate per descrivere i passaggi più problematici della Amoris Laetitia, nei quali il Papa sembra voler giustificare alcuni gravi peccati sessuali sulla base di “fattori mitiganti”, al fine di permettere l’accesso all’eucaristia a quei sedicenti cattolici che pretendono di “risposarsi” quando sono ancora vincolati ad un valido matrimonio cristiano o anche a chi decide semplicemente di convivere more uxorio:

  • “pericoloso,”
  • “inquietante,”
  • “molto problematico,”
  • “non è un linguaggio evangelico,”
  • “assai strano,”
  • “davvero inspiegabile,”
  • “un grave errore,”
  • “un argomento fantoccio usato per altri scopi,”
  • “In diretta contraddizione con la familiaris consortio di Giovanni Paolo II e i documenti successivi,”
  • “non in accordo con ciò che la Chiesa ha detto fino ad oggi,”
  • “una falsa misericordia” che trasformerebbe la Comunione in una "specie di trofeo che ricevi anche se sai che quel che stai facendo è contrario agli insegnamenti della Chiesa,"
  • “un tentativo di far passare tra le righe quello che è davvero un cambiamento della dottrina… negandolo però al contempo!.”

Arroyo ha riassunto il problema con una concisione davvero ammirevole: "L'eccezione diventa la regola, sempre che di regole si possa continuare a parlare", mentre la Chiesa, per citare Padre Murray, si occupa ormai solo "di scuse ed eccezioni, e non più di Vangelo".

A conclusione della puntata, Padre Murray ha detto qualcosa che andrebbe fatto ascoltare ad ogni fedele, in merito all'increscioso disprezzo dimostrato da Papa Francesco nei confronti del catechismo della Chiesa, del Codice di Diritto Canonico, di tutti i Papi che lo hanno preceduto e dell'intera Tradizione cattolica:

Tenere la bocca chiusa e non dire nulla sarebbe pura piaggeria… ma è la    franchezza del Vangelo che ci impone di dirle, Santo Padre, che o lei è stato malamente informato da qualcuno, sulla questione, oppure ne ha una visione assolutamente incompleta…

Io non voglio criticare il papa… ma quel che posso dire è che quando fai pubblicamente qualcosa che contraddice ciò che ha fatto o detto il tuo predecessore, allora devi pagarne le conseguenze… perché hai la responsabilità di attenerti al Vangelo…

Bisogna davvero ringraziare ed elogiare l'EWTN per questo coraggioso atto di denuncia a favore della verità, in un momento di crisi senza precedenti per la Chiesa. Nel 4° secolo, per citare le famose parole di San Girolamo, "Il mondo, sgomento, si ritrovò Ariano". Oggi la Chiesa, sgomenta, si ritrova guidata, umanamente parlando, da una persona per la quale sembra esserci una specie di culto della personalità, un uomo celebrato dal mondo secolare ad ogni gesto o parola che pronuncia, purtroppo a totale detrimento della Chiesa stessa.

Ormai, proprio come durante la crisi Ariana, soltanto i laici e qualche bravo sacerdote, come Padre Murray, si ergono contro quest'ondata di novità, guidati da uno sparuto gruppo di prelati coraggiosi! Per questo dobbiamo pregare e sperare affinché l'EWTN continui nella sua (fin qui) coraggiosa valutazione della situazione, perché il suo contributo sarebbe davvero preziosissimo nella battaglia il cui inizio è stato segnato proprio dalla pubblicazione della Amoris Laetitia. Non scordiamo infatti le parole profetiche pronunciate da Suor Lucia al Cardinale Caffarra: "Lo scontro finale tra il Signore e il regno di Fatima sarà sulla famiglia e sul matrimonio."

Vi invito quindi a scrivere alla EWTN a sostegno di questa loro coraggiosa presa di posizione! E ditegli che vi ho mandato io.