1. Fatima Portogallo

    fatimaTV
  2. Progetti Per Roma

    fatimaTV
  3. fatimaTV

    fatimaTV
  4. Padre Gruner risponde

  5. Social Network

La follia dell'Ecumenismo

di Christopher A. Ferrara
9 dicembre 2017

Per più di mezzo secolo, la Chiesa cattolica è stata afflitta da un drastico crollo di vocazione, fede e disciplina che rivaleggia ormai con la crisi ariana del IV secolo. Tuttavia, differenza di quest’ultima, la crisi di oggi è ancora in corso e non è stata provocata da un’unica eresia, esplicita e manifesta, ma piuttosto da una miriade di novità in ambito liturgico e pastorale che hanno aperto la strada alla diffusione di numerose eresie in tutta la Chiesa Cattolica, anche se l’autentico insegnamento della Chiesa eviti qualsiasi "abrogazione" di carattere ufficiale.

Monsignor Guido Pozzo, segretario della Pontificia Commissione Ecclesia Dei, aveva descritto così questo processo: “Un pensiero estraneo è entrato nel mondo cattolico, gettando scompiglio, seducendo molti animi e disorientando I fedeli. Vi è uno “spirito di autodemolizione” che pervade il modernismo…”

Sono 3 i metodi principali con cui questo “pensiero estraneo” può penetrare all’interno della Chiesa:

Il primo è un nuovo rito liturgico, ideato da un comitato, che ha portato a quello che il cardinale Ratzinger ha ammesso essere un vero e proprio “crollo della liturgia".

Il secondo è l'ossessione per il "dialogo", che esclude la missione principale della Chiesa Cattolica, Madre e Maestra di tutta l’umanità, in quanto unica depositaria della verità rivelata.

Il Terzo è l'"ecumenismo", che sta abusando della Sposa di Cristo e tentando di relegarla al livello di una mera organizzazione umana (sconvolta tra l’altro dalla corruzione dottrinale e morale del suo elemento umano), con il risultato che le organizzazioni al di fuori della Chiesa Cattolica non vengono più corrette nei loro errori, mentre innumerevoli cattolici assorbono quegli stessi errori in una sorta di “equilibrio col mondo moderno” al quale - così ci è stato detto - la Chiesa si è "aperta" dopo il Vaticano II.

Per quanto riguarda l'"ecumenismo", in particolare, non è esagerato affermare che esso sia ormai degenerato in una vera e propria follia ecclesiale, come si può vedere nella foto di cui sopra, che raffigura il Papa mentre abbraccia un finto "vescovo" donna, una certa Antje Jackelen, che si definisce "arcivescovo" luterano di Uppsala e "primate" della "Chiesa" di Svezia.

Con questo solo gesto scandaloso, che ha avuto luogo durante la visita del Papa a Lund, in Svezia, per "commemorare" la riforma protestante come se fosse un evento “meraviglioso”, Francesco ha confermato questa donna nel suo diabolico errore di credere che ella sia una sorta di “successore degli Apostoli” e quindi capace di ricevere gli Ordini Sacri, e che la sua "chiesa", che accetta la contraccezione, l’aborto e la sodomia insieme a numerose altre eresie, sia quindi “valida” agli occhi di Dio.

Adesso, quella stessa chiesa ha deciso di adottare un nuovo testo liturgico assai controverso in cui si afferma che i riferimenti maschili a Dio, come 'Lui’ o 'Nostro Signore’dovrebbero essere eliminati per poter essere più 'inclusivi'". Allo stesso tempo, un importante ministro omosessuale di questa presunta "chiesa", salutato come "il primo vescovo lesbica del mondo", ha proposto di rimuovere qualsiasi simbolo cristiano dalla sua chiesa, indicando però la direzione della Mecca all'interno dell’edificio, ad uso e consumo dei musulmani (convertendo in sostanza quella chiesa in una moschea...).

Questi sono gli impostori a cui il Vicario di Cristo ha reso onore, abbracciando uno dei pastori più importanti di questa pseudo-chiesa. Purtroppo però è solo uno degli innumerevoli segni di un malessere a livello ecclesiastico che la Chiesa Cattolica in realtà non ha mai sperimentato nella sua storia.

E’impossibile capire come facciano i "normalisti" cattolici a continuare a giustificare il Papa o a negare che la Chiesa cattolica stia ora attraversando la peggiore crisi di tutta la sua storia - un disastro di proporzioni apocalittiche, senza dubbio preannunciato nel Terzo Segreto di Fatima e dal quale la Chiesa può essere salvata solo attraverso un intervento ancor più drammatico da parte della Beata Vergine, Madre di Dio.

È questa l’unica nostra speranza in mezzo ad una tale follia!